Seleziona una pagina

Il tempio mormone di Trujillo, Perù

Coloro che desiderano visitare il tempio mormone di Trujillo, Perù, ma che non hanno avuto la possibilità di partecipare all’evento “open house”, possono guardare questo filmato.

Questo filmato, pubblicato sulla pagina youtube Messages of Christ, inizia con alcune immagini maestose, che mostrano il tempio mormone, sia dall’esterno che dall’interno.

Gli spettatori potranno usufruire di 3 minuti di bellissime foto, che catturano l’incredibile bellezza ed i meravigliosi dettagli del tempio, dall’ingresso fino alla Sala celeste.

L’evento “Open House” del tempio mormone di Trujillo, Perù, ha avuto inizio venerdì 8 maggio e si è concluso sabato 30 maggio 2015. Il tempio è stato dedicato il 21 giugno, in tre sessioni.

Risorse aggiuntive:

Se volete saperne di più sui mormoni, cliccate qui.

Il “San Pietro” mormone di Roma

Il “San Pietro” mormone di Roma

Un nuovo tempio dei Santi degli Ultimi Giorni sta sorgendo nella capitale romana, all’orizzonte del Vaticano.

tempio-italianoAlla periferia di Roma, lungo l’antico percorso di pellegrinaggio cattolico, conosciuto come Via Francigena, non lontano da un grande complesso di centri commerciali, vengono innalzate guglie imponenti sulla cima di un tempio mormone.

Il tempio romano, mormone, è stato costruito dalla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, per ospitare una comunità di circa 30.000 membri della chiesa.

Il complesso del tempio di Roma sarà caratterizzato da giardini lussureggianti e un design che si ispira alla piazza Capitolina di Michelangelo, che si affaccia sul foro romano.

Il marmo proveniente dall’Italia, dalla Spagna, dalla Turchia e dal Brasile, viene utilizzato per decorare la parte interna ed esterna del tempio. L’ampio sito, oltre al tempio, comprenderà anche una casa di riunione, un centro visitatori, una biblioteca di storia familiare e una casa per gli ospiti del tempio, in cui alloggeranno i membri della Chiesa che desiderano servire nel tempio.

Esso è il primo tempio mormone ad essere costruito in Italia e il dodicesimo in Europa. Una volta terminata la fase di costruzione, esso sarà aperto al pubblico per un breve periodo, per dare la possibilità a tutti coloro che lo desiderano, di effettuare visite gratuite guidate.

Il tempio risponde alle necessità dei mormoni italiani, afferma il Presidente del Palo di Roma, Massimo De Feo. Attualmente, i membri della chiesa che desiderano svolgere il lavoro di tempio, che è parte integrante del culto Mormone, devono recarsi al tempio di Berna, Svizzera.

Il costo per la costruzione del tempio non viene divulgato. “Abbiamo pagato tutto di tasca nostra, spiega il portavoce dei Santi degli Ultimi Giorni di Roma, Alessandro Dini Ciacci. “Noi non divulghiamo i costi specifici delle nostre operazioni.”

In Italia ci sono attualmente 103 congregazioni, suddivise per grandezza in rami, rioni, distretti, pali e missioni. La più alta concentrazione di membri della chiesa si trova al nord, con il 53 per cento di mormoni, seguito dal 29 per cento al sud e dal 18 per cento nelle regioni centrali.

Riconoscimento giuridico della Chiesa, da parte dello Stato italiano

Nel 1964, solo 230 membri della chiesa furono autorizzati a svolgere il lavoro missionario in Italia. La Chiesa mormone ottenne la qualità di “culto ammesso” il 12 maggio 1993, in seguito alla pubblicazione del decreto del presidente della Repubblica del 22 febbraio 1993, tramite il quale l’ente morale della Chiesa, l’Ente patrimoniale della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, fu riconosciuto come ente di culto da parte dello Stato Italiano, ai sensi della legge n. 1199 del 1929 sul riconoscimento civile degli enti di culto.

Il 4 aprile 2007 venne stipulato un testo di intesa con il Governo italiano, diventato effettivo nel 2012 senza passare attraverso l’iter parlamentare. Nel testo, viene preso atto che la Chiesa non intende partecipare alla ripartizione della quota dell’otto per mille, in quanto autonoma finanziariamente grazie alle donazioni volontarie dei propri fedeli.

Secondo Massimo De Feo, presidente del Palo di Roma, la costruzione del tempio di Roma è a dir poco un miracolo.

Il Cardinale Elio Sgreccia, presidente emerito della Pontificia Accademia per la Vita e stretto consigliere degli ultimi tre papi, in un recente forum pubblico sul dialogo interreligioso, ha dichiarato:

“La buona notizia è certamente il fatto che la costruzione di questo nuovo tempio ha creato nuovi posti di lavoro, e questo è un bene che viene dalla loro ricchezza”.

“I mormoni non sono pericolosi per la fede cattolica. Ognuno ha il diritto di fare le proprie scelte di fede e di adottare le misure necessarie, per costruire il proprio quartier generale e professare la propria fede”, dice monsignor Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma.

La religione mormone è la decima comunità più grande in Italia e quella in più rapida crescita. La costruzione della nuova casa di culto, che è il tempio di Roma, sarà una benedizione sia per i membri della chiesa che per la collettività.

“Questo è un giorno di ringraziamento”, ha detto il presidente De Feo quando Thomas S. Monson, il Presidente della Chiesa, ha annunciato la costruzione del tempio di Roma nel 2010. “Penso che questo sia il più bel tempio del mondo.”

Risorse aggiuntive:

Se volete saperne di più, sui mormoni, cliccate qui.

Il tempio e il suono dolce e sommesso

Il tempio e il suono dolce e sommesso

Elia-mormoneNon molto tempo fa io e mia moglie, avevamo bisogno di prendere una decisione che in quel momento era per noi importantissima, quasi vitale.

L’importanza di quella scelta era tale, che per alcuni giorni eravamo entrambi in preda all’ansia e all’agitazione. Io e mia moglie, quando dobbiamo prendere una decisione che ha una particolare rilevanza nella nostra vita, ci rivolgiamo al Signore per ottenere guida.

Tuttavia, proprio nei giorni in cui cercavamo ansiosamente una risposta, non fummo in grado di riceverla e di ascoltare la voce dello Spirito. Fu allora, che mi venne in mente un episodio della vita del profeta Elia, quando fu guidato dal Signore sulla cima di un monte ed ebbe un’esperienza particolare.

Come citato nella Bibbia, mentre Elia si trovava alla presenza al Signore sul monte, “sentì un vento forte, impetuoso,… ma l’Eterno non era nel vento. E dopo il vento, un terremoto; ma l’Eterno non era nel terremoto. E, dopo il terremoto, un fuoco; ma l’Eterno non era nel fuoco”.

“E, dopo il fuoco, un suono dolce e sommesso” (1 Re 19:11–12). Questo episodio delle scritture mi aiutò a capire che finché io e mia moglie, non avessimo abbassato dentro di noi, il rumore delle voci generate dall’ansia, non avremmo potuto ascoltare la voce dolce e sommessa dello Spirito.

La pace che regna nel tempio

Dato il nostro stato d’animo e il breve tempo a disposizione per prendere quella decisione importante, pensammo che il modo migliore per trovare pace e rafforzare la nostra comunicazione con Dio, sarebbe stato quello di recarci al Tempio.

Esso è il luogo più adatto, per allontanarci dai tumulti del mondo e fare ordine dentro di noi. Effettivamente, una volta entrati nella casa del Signore, fummo avvolti da un senso di tranquillità e pace che prese rapidamente il posto dell’ansia. A quel punto non fu difficile sentire i suggerimenti dello Spirito e prendere una decisione ispirata.

Viviamo in una società dai ritmi frenetici, che non promuove la quieta comunicazione con noi stessi e con Dio. Il Tempio pertanto, è un luogo speciale e unico, per coloro che cercano tale pace.

Quel giorno io e mia moglie, abbiamo versato lacrime di gratitudine per questo luogo sacro e per la preziosa opportunità di ascoltare la voce dolce e sommessa dello Spirito di Dio, che dona pace e ci guida verso le scelte giuste.

Le parole del Presidente Boyd K. Packer, attualmente apostolo della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi giorni, descrivono perfettamente i benefici che possiamo trovare andando al tempio:

“Qualche volta la nostra mente è così oberata dai problemi e vi sono tante cose che richiedono la nostra attenzione tutte allo stesso tempo, che non possiamo pensare chiaramente…

Nel tempio le distrazioni sembrano scomparire, la nebbia e la foschia sembrano disperdersi e possiamo ‹vedere› cose che prima non eravamo in grado di percepire” (Boyd K. Packer, “Il sacro tempio”, La Stella, giugno 1992).

Aspettando il tempio mormone di Roma

Aspettando il tempio mormone di Roma

Non si è mai placato l’entusiasmo dei membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi giorni, soprattutto adesso che si sta avvicinando il tempo del completamento della costruzione del tempio di Roma.

Gioia e clamore hanno riempito i cuori dei membri della Chiesa, specialmente in Italia, quando il profeta Monson, nell’ottobre del 2008, ha annunciato ufficialmente durante la conferenza generale della Chiesa, che un tempio sarebbe sorto nella città di Roma.

Aspettando il tempio

Sentiero-Pionieri-MormoneRecentemente ho avuto modo di parlare direttamente con alcuni membri della Chiesa italiani e di ascoltare i loro pensieri, le loro emozioni e sensazioni riguardo alla futura edificazione della casa del Signore sul suolo italiano. Ecco di seguito, alcune delle dichiarazioni che ho raccolto:

“Quando è stata annunciata la costruzione del tempio nel nostro Paese, è stato come se in quel momento tutto quello che mi circondava non esistesse più”.

“In un attimo ho sentito che tutte le fatiche, il lavoro e i sacrifici fatti nel corso degli anni, erano stati ricompensati. Sono stato pervaso da un profondo senso di gratitudine e ho pianto di gioia”.

“La notizia della costruzione del tempio ha cambiato immediatamente il mio stato d’animo e improvvisamente ho sentito, oltre al gran desiderio di abbracciare chiunque si trovasse intorno a me, di diventare una persona migliore e degna di ricevere la grandissima benedizione di avere un tempio a pochi chilometri di distanza”.

Questi commenti, rispecchiano molto bene i sentimenti che i membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi giorni, nutrono per il tempio.

La fede precede i miracoli

mormone-tavole-d'oroI membri della Chiesa italiani devono percorrere molti chilometri per recarsi al tempio più vicino, che si trova a Berna, in Svizzera.

Nonostante la distanza, i costi e le fatiche del viaggio, i Santi degli Ultimi Giorni italiani hanno sempre mostrato una grande fede e un profondo spirito di sacrificio, recandosi molto spesso nella casa del Signore.

Nel Libro di Mormon, Moroni ci insegna il grande principio della fede che precede i miracoli:

”Ed ora io, Moroni, vorrei parlare un po’ riguardo a queste cose; vorrei mostrare al mondo che la fede consiste in cose che si sperano e non si vedono; pertanto non disputate perché non vedete, poiché non riceverete alcuna testimonianza se non dopo aver dato prova della vostra fede.

Poiché fu per fede che Cristo si mostrò ai nostri padri, dopo che era risorto dai morti; e non si mostrò loro se non dopo che ebbero avuto fede in lui; pertanto è necessario che qualcuno abbia avuto fede in lui, poiché non si mostrò al mondo” (Libro di Mormon, Ether 12:6-7).

I membri della Chiesa italiani, hanno fatto delle visite al tempio la loro grande priorità, pertanto la loro fede è stata premiata con la costruzione di un tempio nel loro paese.

Sono proprio vere le parole del profeta Spencer W. Kimball, che disse: “Quando doniamo, scopriamo che il sacrificio produce le benedizioni del cielo ed, alla fine, capiamo che non era affatto un sacrificio” (Becoming the Pure in Heart», Ensign, marzo 1985, 5).

Questo articolo è stato scritto da Roberto Scordari.

 

4 Templi Mormoni aprono al pubblico nel 2014

4 Templi Mormoni aprono al pubblico nel 2014

Ci sono 141 templi mormoni attivi in tutto il mondo, oltre a questi, 15 sono in fase di costruzione e altri 14 sono stati annunciati. Nel 2014, quattro templi saranno aperti al pubblico, per visite gratuite guidate.

Tempio di BoiseMi sono seduta insieme alla mia famiglia, nella seconda fila di panche, davanti al pulpito della sala di riunione. Mio padre ha sempre voluto che la nostra famiglia sedesse in quella fila di panche, per evitare distrazioni.

Qualcuno si è alzato in piedi e ha annunciato che un tempio sarebbe stato costruito nella nostra città di Boise, Idaho! All’improvviso l’annuncio ha catturato la mia attenzione.

E’ stato inoltre detto che, la Chiesa di Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni avrebbe finanziato una parte del costo della costruzione del tempio e che il resto sarebbe stato finanziato con donazioni dei membri al fondo dell’edificio.

Una sfida è stata lanciata a tutti noi membri, per un contributo volontario per la costruzione del tempio.

Avevo 12 anni quando ho deciso di donare 25 dollari, che per me erano molto, dato che guadagnavo solo 2 o 3 dollari a sera come babysitter. Ho messo da parte il denaro e una volta raggiunto felicemente il mio obiettivo di 25 dollari, ho compilato il modulo della donazione e li ho inseriti nella busta.

Entrata tempioLa nostra famiglia si trasferì nel Texas, molto prima che il tempio venisse completato, ma sentivo ancora una grande soddisfazione, per aver contribuito a costruire un tempio di Dio.

Da quel momento, sono rimasta affascinata dai templi della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

I templi sono considerati la Casa di Dio e sono sacri per i Santi degli Ultimi Giorni, poiché al loro interno vengono celebrate ordinanze sacre e speciali agli occhi di Dio. “Santità al Signore… la Casa del Signore”, si trova scritto sopra la porta di entrata di ogni tempio.

Il mio obiettivo personale è quello di visitare ogni tempio nel mondo, fino ad oggi ne ho visitati 81.

Ogni tempio ha il proprio stile architettonico e il proprio arredamento interno. Molti templi vengono progettati, in base alle caratteristiche architettoniche e culturali del luogo di costruzione.

Il Tempio di Newport Beach, ad esempio, riflette l’architettura locale spagnola.

I quattro Templi Mormoni aperti al pubblico nel 2014

Prima della cerimonia di dedicazione, ogni tempio mormone è aperto al pubblico. I templi che nel 2014, saranno aperti per visite gratuite guidate, sono i seguenti:

Tempio Mormone di Gilberta, Arizona

image03Le visite pubbliche gratuite al tempio di Gilberta, Arizona, potranno essere effettuate a partire dal 15 febbraio 2014. Per prenotare una visita, cliccare sul sito: Gilbert Arizona Temple Open House.

Tempio Mormone di Fort Lauderdale, Florida

FortLe visite pubbliche gratuite al tempio di Fort Lauderdale, Arizona, verranno effettuate dal 29 marzo al 19 Aprile 2014. I biglietti, appena disponibili, potranno essere prenotati gratuitamente sul sito: Fort Lauderdale Temple Open House.

Tempio Mormone di Phoenix, Arizona

Phoenix La costruzione del tempio di Phoenix, Arizona, dovrebbe essere completata nel 2014. Le date di apertura al pubblico, non sono state ancora annunciate. I biglietti, appena disponibili, potranno essere prenotati gratuitamente sul sito: Phoenix Arizona Temple Open House.

Tempio Mormone di Ogden, Utah

OdgenIl tempio di Odgen, Utah, è stato originariamente dedicato nel 1972 ed è il quinto tempio costruito nello Utah. Nel 2011, il tempio è stato chiuso per una completa ristrutturazione architettonica.

L’apertura al pubblico e la cerimonia di dedicazione, avranno luogo durante il 4° trimestre del 2014. I biglietti, appena disponibili, potranno essere prenotati sul sito: Ogden Utah Temple Open House.

Approfittate di questi tour gratuiti, tramite i quali potrete acquisire una maggiore comprensione riguardo a quello in cui la Chiesa di Gesù Cristo crede e sentire lo Spirito del Signore, mentre visitate il tempio.

Condividete le vostre impressioni, raccontando la vostra visita al tempio nella sezione commenti!

Il link Mormon Church Temples, offre un’ampia descrizione sugli scopi dei templi.

Cliccate su questo link per un video tour, all’interno di un tempio mormone.

Perché i Mormoni hanno bisogno dei Templi

Perché i Mormoni hanno bisogno dei Templi

Mio padre recentemente, mi ha donato qualcosa che appartiene alla famiglia. E’ una vecchia foto di colore grigio, che ritrae la mia bisnonna vestita con un cappotto di pelliccia e un copricapo corto e scuro, inclinato da una parte e il suo viso illuminato da un sorriso sincero, una cosa rara per una foto di quell’epoca.

Nessuno ricordava esattamente chi fosse la persona nella foto, infatti dopo aver raccolto alcune informazioni, ho capito chi fosse. Questa conoscenza ha dato nuovo significato al dono che ho ricevuto.

Trovare la mia famiglia

Trovare informazioni sulla linea familiare di mio padre è stato complicato, negli ultimi due anni ho lavorato molto per trovare le informazioni che cercavo e per avere un quadro più completo della sua genealogia. Per vari motivi, la documentazione rimasta non è molta e la memoria di mia nonna non può aiutarmi, per questo il mio lavoro non è sempre stato facile, ma è stato molto gratificante.

Trovo che sia entusiasmante essere in grado di risolvere i misteri familiari sul “chi, quando, dove e perché”, e poi riferirli alla famiglia.

Le famiglie sono eterne
Tempio di Nauvoo

Sono un membro della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Il Vangelo di Gesù Cristo insegna che possiamo essere legati alle nostre famiglie per sempre. Credo in questa dottrina con tutto il cuore.

Ogni volta che osservo la vecchia foto della mia bisnonna, appesa alla parete della mia stanza, ne rimango sempre colpita. La fotografia è ben incorniciata e si può notare guardandola, che la mia bisnonna era una donna elegante.

Trovo che ella sia molto bella e che il suo sorriso ravvivi il suo volto, un particolare che a me piace molto, visto che non so quasi niente di lei. Quest’anno ho pensato molto a lei, poiché è morta quando aveva 28 anni, la stessa età che ho io adesso.

Il Vangelo di Gesù Cristo mi dona la conoscenza di cui ho bisogno, per aiutare la mia bisnonna e tutti gli altri miei antenati.

Le ordinanze del tempio uniscono le famiglie per sempre

Gesù Cristo è morto e il terzo giorno risorto dalla tomba, garantendo a tutta l’umanità la risurrezione. Il Vangelo di Gesù Cristo ha fornito il mezzo tramite il quale, ognuno di noi può essere suggellato alla propria famiglia per l’eternità, mediante ordinanze sacre svolte nei templi.

Nel sito Mormon.org viene spiegato in che modo i legami familiari possono protrarsi oltre questa vita, per sempre:

Nello stesso modo in cui molte delle gioie più grandi possono scaturire dalla famiglia, la perdita di un familiare può essere fonte di uno dei dolori più profondi.

La morte non decreta la fine del rapporto con i nostri cari. Il Signore rivelò al profeta Joseph Smith quanto segue: “E la stessa socievolezza che esiste fra noi qui esisterà fra noi là, solo che sarà associata alla gloria eterna, gloria di cui ora non godiamo” (Dottrina e Alleanze 130:2).

Coloro che accettano il Vangelo di Gesù Cristo e seguono il suo esempio, possono essere suggellati alle proprie famiglie per l’eternità, mediante ordinanze celebrate nei sacri templi di Dio. Gesù ha dato a Pietro le chiavi per disporre di questo potere di suggellamento, tramite il Santo Sacerdozio di Dio.

Questo potere di suggellamento è stato restaurato tramite il profeta Joseph Smith. I mormoni credono in questa ordinanza celebrata nei templi, che unisce le famiglie per sempre, mediante il potere del Sacerdozio.

Suggellamenti di matrimoni al tempio

mormonismoCi è stata preparata una via, affinché potessimo diventare come Dio e Gesù Cristo e vivere per sempre con le nostre famiglie, alla Loro presenza.

I matrimoni civili vengono celebrati per unire marito e moglie solo per questa vita, “finché morte non vi separi”. Quelli officiati nei templi, dalla chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, uniscono le famiglie per tutta l’eternità.

Robert D. Hales, membro del Quorum dei Dodici Apostoli, ha dichiarato:

“La dottrina della famiglia inizia con dei genitori celesti. La nostra massima aspirazione è di essere come loro. L’apostolo Paolo insegnò che Dio è il Padre dei nostri spiriti” (vedi Ebrei 12:9).

Dal proclama al mondo, leggiamo: “Nel regno pre-terreno, i figli e le figlie di spirito conoscevano e adoravano Dio come loro Padre Eterno e accettarono il Suo piano, mediante il quale i Suoi figli potevano ricevere un corpo fisico e fare un’esperienza terrena, per progredire verso la perfezione e, infine, per realizzare il loro destino divino come eredi della vita eterna”.

“Il matrimonio tra un uomo e una donna è ordinato da Dio e che la famiglia è il cardine del piano del Creatore, per il destino eterno dei Suoi figli” («La famiglia: un proclama al mondo», La Stella, Novembre 1995, 102).

Il lavoro del tempio per i nostri antenati

La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, celebra le ordinanze del tempio, anche per coloro che sono morti senza avere avuto la possibilità di stipularle mentre erano in vita. Queste ordinanze vengono eseguite per procura e i defunti hanno la facoltà di accettarle o meno.

Il presidente Henry B. Eyring, membro della Prima Presidenza della Chiesa, ha dichiarato:

“Molti dei vostri antenati defunti avranno ricevuto una testimonianza, che il messaggio dei missionari è vero. Quando voi avete ricevuto la testimonianza, avete potuto chiedere ai missionari di essere battezzati. Ma coloro che sono nel mondo degli spiriti non possono.

Le ordinanze che voi potete celebrare, si possono fare solo in questo mondo. Qualcuno, in questo mondo, deve andare in un tempio sacro e accettare le alleanze, per conto della persona nel mondo degli spiriti.

È per questo che abbiamo l’obbligo di trovare i nomi dei nostri antenati e di garantire che essi possano ricevere, attraverso noi, la possibilità di celebrare simili alleanze, che non potrebbero avere senza il nostro aiuto.

Ricordate, quando i nomi saranno difficili da trovare, che essi sono nomi di persone reali a cui voi dovete la vostra esistenza in questo mondo e che incontrerete di nuovo nel mondo degli spiriti. Quando siete stati battezzati, i vostri antenati vi hanno osservato con speranza.

Forse, dopo secoli, si sono rallegrati di vedere uno dei loro discendenti fare il patto di trovarli e di offrire loro la libertà. Nella vostra riunione, vedrete nei loro occhi o gratitudine o una delusione terribile. I loro cuori sono legati a voi.

La loro speranza è nelle vostre mani. Avrete più che la vostra forza, quando sceglierete di lavorare e trovarli” (Henry B. Eyring, «Cuori legati», La Stella, Maggio 2005).

Per questo motivo sto cercando di scoprire il più possibile sulla mia bisnonna e sul resto della mia famiglia, che mi sta aspettando.

Risorse aggiuntive:

Se volete saperne di più sui mormoni, cliccate qui.

Copyright © 2018 Tempio Mormone di Roma. Tutti i diritti sono riservati.
Questo sito web non è in possesso o affiliato alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (a volte denominata Chiesa Mormone). Le opinioni qui espresse non rappresentano necessariamente la posizione della chiesa. Le opinioni espresse dai singoli utenti individuali sono responsabilità degli utenti stessi e non rappresentano necessariamente la posizione della Chiesa. Per poter visitare i siti ufficiali della Chiesa, si prega di visitare LDS.org o Mormon.org.